ITS_TFAmy_KaosLo Stile Tribale di Improvvisazione, o ITS, è forma di danza improvvisata che si basa su combinazioni, ed è stata creata da Amy Sigil. E' stata realizzata su un vocabolario condiviso di movimenti, ognuno introdotto da un movimento che indica un segnale distinto. La leader segnala il movimento, e subito dopo viene eseguita una breve combinazione coreografata. Queste combinazioni possono essere svolte in qualsiasi ordine, e nessuna delle danzatrici sa, prima del tempo, quali movimenti verranno segnalati dalla leader.

Per far si che l'ITS funzioni, tutti devono conoscere lo stesso vocabolario di movimenti. E' per questo che l'ITS è concepito come un linguaggio. Come ogni lingua, il vocabolario e la grammatica rappresentano gli strumenti che userete per essere capaci di comunicare. L'American Tribal Style (ATS®), creato da Carolena Nericcio negli anni '80, è il linguaggio madre da cui prende vita l'ITS. Questo dialetto dell' ATS®, può compararsi con le lingue "romanze" che derivano dal Latino (es: Italiano, Spagnolo, Portoghese, Francese). E' importante capire le radici di un linguaggio per poi poter parlare le lingue moderne fluentemente..

Quando imparate un nuovo linguaggio, ci vuole molto tempo per costruire un vocabolario che ci permetta effettivamente di comunicare quello che vogliamo dire. La grammatica non è la parte più eccitante dell'imparare una lingua, ma è uno degli strumenti più importanti. Senza di essa, il significato di quello che state provando a dire può essere semplicemente perso o male interpretato. Voi volete essere in grado di dire qualcosa ogni volta allo stesso modo , in modo che la vostra significato sia assolutamente chiaro. Siate premurose, siate consistenti. Quindi sebbene le regole vengano lette come le istruzioni di uno stereo, sono molto, molto utili.

Credeteci, il lavoro ne vale la pena. Quando tutto si unisce in modo corretto, può esserci una perfetta esplosione nell'interpretazione musicale, una comunicazione senza parole e un'unione psichica che crea un'esperienza magica sia per gli spettatori che per gli esecutori.

ITS in Rennes (c) Dan Fullard
ITS in Rennes
(c) Dan Fullard